Modena Wheels

Motori, Tradizione e Innovazione

11 – 14 Aprile 2019

NEWS

“LA FABBRICA BLU. ARTE, TECNICA, PASSIONE”

Nell’ambito della manifestazione “Modena Wheels – Motori, Tradizione e Innovazione”, patrocinata dal Comune di Modena, dalla Camera di Commercio di Modena, dalla Fondazione Casa di Enzo Ferrari di Modena e da Motor Valley, che si terrà dal 3 al 6 maggio, è stata anche organizzata presso l’ex Cinema Principe la prima mostra sulla Bugatti Automobili Campogalliano

La mostra si terrà quindi nella città che 31 anni fa vide nascere questa straordinaria avventura imprenditoriale e umana: pochi sanno infatti che la prima sede dell’Azienda fu proprio nel quartiere Torrazzi, prima che tutte le maestranze si spostassero nell’avveniristico stabilimento di Campogalliano inaugurato nel 1990.
Dal 4 al 6 maggio 2018, con inaugurazione il 3 Maggio alle ore 18.30,  si potrà riscoprire questa importante storia della Motor Valley presso il foyer dell’Ex Cinema Principe nella mostra tematica La fabbrica blu. Arte, tecnica, passione”.

Il percorso di visita si snoderà attraverso sette capitoli che ripercorrono gli anni dal 1987 al 1995, durante i quali un gruppo affiatato di tecnici e operai, guidati dal visionario patron Romano Artioli, si pose l’obiettivo di far rinascere il glorioso marchio automobilistico, fondato da Ettore Bugatti nel 1909 e scomparso dopo la seconda guerra mondiale. Artioli nella metà degli anni 80 decise di riacquistare il marchio dallo stato francese e di impiantare un nuovo stabilimento nella patria della automobili sportive, in quei dintorni di Modena dove si potevano trovare gli uomini giusti per realizzare l’automobile più tecnologicamente avanzata della sua epoca, la EB110.

La mostra vuole restituire, attraverso foto, filmati inediti e oggetti originali d’epoca, lo spaccato di una vicenda dai contorni epici, dove si unirono in perfetto equilibrio sensibilità culturale, straordinarie capacità tecniche e un avveniristico approccio al concetto di automobile sportiva.

Un ulteriore tassello di un percorso di riscoperta di una vicenda per troppo tempo sottovalutata, partito nel 2016 con la presentazione del film-documentario “La fabbrica blu”, un lungometraggio che racconta la parabola dell’Azienda di Campogalliano e che ha avuto uno straordinario successo internazionale.

Davide Maffei, regista del film e curatore della mostra insieme ad Alessandro Barbieri: “ La realizzazione del documentario ci ha permesso di conoscere i protagonisti dell’epoca che ancora oggi ricordano questa esperienza con un affetto e un attacamento davvero singolare, in primis il presidente Romano Artioli. La passione e le emozioni che hanno lasciato alla Bugatti sono stati il vero motore del film e ci è sembrato doveroso dedicare a loro questa mostra, che vuole dimostrare le capacità tecniche, l’inventiva e le intuizioni anticipatrici ideate a Campogalliano: dall’auto più evoluta del suo tempo, la EB110, fino alla berlina coupè EB112, passando per l’acquisto della Lotus e l’invenzione del lifestyle automobilistico. Senza dimenticare quel capolavoro di architettura industriale che è la fabbrica, un vero gioiello ancora oggi visitabile grazie alla costanza e all’impegno continuo di Ezio ed Enrico Pavesi che da 23 anni continuano a custodirla, sperando che un giorno possa diventare un luogo nuovamente dedicato ai motori.”

La mostra è stata realizzata con il supporto tecnico di Progetto Segnaletica di Pierluigi Bergamini, Dierre, Logico Campogalliano e Associazione Via Piave, con materiali gentilmente forniti dalla B-Engineering e dagli ex dipendenti Bugatti. La mostra, dopo l’inaugurazione, sarà visitabile il 4, 5 e 6 maggio dalle ore 10.00 alle ore 19.00 mentre sabato 5 maggio sarà possibile ammirare in Piazza Grande alcuni esemplari di EB110,  supercar prodotta a Campogalliano, durante l’esposizione di auto di Modena Wheels.